IN PRIMO PIANO - ROMA IN VANTAGGIO

  • Stampa

 

BORUSSIA M. - ROMA PRIMA E DOPO by Roberto Cerrone

Roma – Borussia M., la partita
Non è facile parlare di questa gara dopo l’ultimo bollettino medico di Villa Stuart, più frequentata di Trigoria da parte dei nostri atleti. Parlerei solo di una dannata sfortuna che, non da oggi e neanche da ieri, da tanto tempo accompagna le sorti della nostra amata Roma.
Poi la stagione si presenta a un primo importante bivio, quello della qualificazione in UL e arriva il Borussia di Mönchengladbach, primo nel campionato tedesco e chiedente punti pesanti per riportarsi in quota nel nostro girone.
Mai abbiamo incrociato il Borussia MGB in gare ufficiali ma, nel lontano 1972, esattamente il 17 maggio gli affrontammo in una gara amichevole, per noi prestigiosa perché tra loro militava un certo Netzer, vice pallone d’oro e nastro nascente del calcio mondiale, due anni dopo sarà nel Real Madrid mentre il Borussia prima perderà una finale Uefa con il Liverpool poi ne vincerà 2 di quella coppa. In quella serata del 17 maggio 1972, cerano altri importanti giocatori che conosceremo negli anni successivi, Vogts, Bonhof, Heynchens e altri. Quella sera perdemmo 3 a 0, Netzer ci fece 2 gol, uno su rigore che Ginulfi non parò come gli accadde invece con Pelè. I nostri erano a guida HH e avevamo una squadra di tutto rispetto che, in quella stagione arrivò settima, record per quei tempi e miglior piazzamento di HH con noi. Poi, a giugno, vincemmo il torneo Anglo Italiano con la finale vinta sul Blackpool. Scusate questo mio viaggio nel tempo, è un po' tornare giovani e rivedere persone che non ci sono più.
Con loro condividiamo una finale di Coppa Campioni persa all’Olimpico e contro la stessa squadra, il Liverpool, era il 25 maggio 1977, sette anni dopo toccherà a noi.
Torniamo ai nostri giorni. La nostra formazione sarà fatta a Villa Stuart che poi è più vicina allo stadio Olimpico rispetto a Trigoria, scherzo ma non troppo. Tra loro alcune curiosità. Il mister è quello che l’anno scorso buttò fuori la lazio dalla UL con il Salisburgo, Marco Rose. Il numero 10 è Marcus Thuram il figlio del Thuram ex Parma e Juventus, nonché campione del mondo con la Francia nel 1998. Poi una serie di giovani veloci e pericolosi, proprio quello che non vorremmo incontrare in questo momento di emergenza.
La loro bacheca vede 5 campionati, 3 coppe nazionali e 2 coppe Uefa. In totale siamo meglio noi, vi sembra poco?
Forza ROMA!
Roberto Cerrone Roma Club Gruppo Eni, Utr

Borussia M.- Roma, la partita

Esame di tedesco per i nostri ragazzi e che esame, tosto, molto tosto e lo è
per diversi motivi.
Prima di tutto affrontiamo la squadra capolista del campionato tedesco, il
Borussia Monchngladbach è avanti di tre punti all’altro Borussia, quello di
Dormund che l’altra sera ha fatto infuriare il Conte interista (ci dispiace? A
me no)
Forza ROMA!
Roberto Cerrone Roma Club Gruppo Eni, Utr