IN PRIMO PIANO - IL PUNTO

 

sassuolo - ROMA  PRIMA E DOPO by Roberto Cerrone

 

Sassuolo - Roma, i numeri.
I numeri sono tutti per noi quelli raccolti a Sassuolo nelle precedenti 5 trasferte, 5 vittorie, 0 pareggi, 0 sconfitte con 11 gol fatti e 1 subito. Poi niente altro in nessuna competizione.
Sono altre le cose che rendono questa trasferta a Reggio Emilia una vera e proprio incognita per quanto è stato detto e fatto subito dopo la notizia dell’addio di Daniele De Rossi alla nostra e sua maglia. Poi ci si è messa anche la squadra di Lotito che ha vinto la coppa Italia battendo sia l’Atalanta che il Var, la tecnologia che dovrebbe aiutare gli arbitri a non sbagliare, mercoledì sera non ha visto una mano a parare che era laziale ma non era quella del portiere. Tutto questo complica il cammino Europeo, nostro, del Milan e del Torino, sempre che l’Atalanta arrivi 4°.
Ci limitiamo a parlare della partita perché abbiamo ancora qualche speranza di raggiungere il traguardo per noi massimo, quello della qualificazione alla CL non dimenticando che quello in EL sia per la fase a girone o dei play off non è ancora scontato. Per centrare l’obiettivo minimo, dobbiamo fare 4 punti dei 6 ancora a disposizione ed è fatta, per quello massimo ce ne vogliono 6 e che gli altri incontrino bucce di banana nelle restanti partite, tutto può accadere fino al 26 maggio e poi, comunque vada, ci lasciamo finalmente alle spalle questa stagione, tribolata, che non avremmo mai voluto vivere.
Come detto, la tradizione è tutta con noi e per questo bisogna fare i dovuti scongiuri, per la legge dei numeri. Andremo a giocare in quello che sarà lo stadio anche dell’Atalanta nella prossima stagione, perché a loro è concesso di farsi uno stadio tutto nuovo, sulle macerie di quello vecchio, a modello Juventus. Il Mapei stadium di Reggio Emilia ci aspetta numerosi, senza le coperture alle curve con mancanza di rispetto per chi paga il biglietto popolare (quasi 50 €), le previsioni portano pioggia speriamo che si sbaglino, come il Var.
Negli ultimi anni, la squadra del Sassuolo è stata la casa dove far maturare molti nostri giovani che poi hanno preso il volo della serie A e fatto le fortune di altre squadre e della nostra. Politano, Pellegrini Lorenzo, Mazzitelli, e altri anche solo per un passaggio di tesseramento. Ci troveremo avversario Federico Di Francesco, figlio di Eusebio e anche gli ex laziali Matri e Djuricic, meglio fare attenzione.
Ai tifosi e a me dico, noi ci siamo sempre altri sono di passaggio.
Forza ROMA!
Roberto Cerrone Roma Club Gruppo Eni

 

 

Informazioni aggiuntive