IN PRIMO PIANO - IL PUNTO

 

spal - ROMA PRIMA E DOPO by Roberto Cerrone

 

Spal – Roma, i numeri.
Che belle parole quelle utilizzate dal nostro CR, Claudio Ranieri, per ricordare Giuliano Taccola, come anche fatto più volte da noi, nel 50° anniversario della sua morte avvenuta negli spogliatoi dello stadio del Cagliari il 16 marzo 1969, al termine di Cagliari Roma 0 a 0, Lui non giocò ma accompagnò la squadra in quella difficile trasferta.
Ranieri era nei giovani della Roma quando Giuliano arrivò dal Genoa per essere guidato dal mago di Turi, Oronzo Pugliese che subito lo fece esordire a Milano, in casa dell’Inter e Giuliano rispose con un gol dopo 9 minuti in risposta a quello di Facchetti per un pareggio in casa dell’Inter di Herrera, del mago per antonomasia divenuta l’anno dopo allenatore della nostra Roma. Taccola con noi giocò 41 gare in A con 17 gol, senza rigori. Poi 3 gare in Coppa Italia, facente parte la rosa che si fregiò di quel titolo nel 1969, 1 gara e 1 gol in Mitropa Cup e infine 5 presenze e 4 gol nella coppa delle Alpi. A Ferrara, era l’8 ottobre del 1967, Giuliano segnò, a detta di molti, il suo gol più bello al termine di una serpentina infinita che lo portò a depositare la palla in rete, il portiere avversario era Mattrel, il minuto il 26° della ripresa, la porta quella sotto la zona, ora, dei tifosi ospiti, quella che andremo a riempire sabato alle ore 18.
Sono passati 50 anni, il doppio di quelli che Lui visse, le cose giuste non sono di questo mondo. Lo ricordiamo per il suo sorriso appena accennato e per quei gol che ci regalò in una Roma che non era grande come quella di anni dopo ma che indossava la stessa maglia con gli stessi colori di adesso.
Non sarà una trasferta facile, al contrario, troveremo un ambiente caricato che cerca punti per la salvezza, noi stiamo faticosamente recuperando un’identità e lo stiamo facendo con tante assenze anche se sabato qualcuno sarà recuperato come Dzeko, Kolarov e Fazio.
Sarà la 17° trasferta in casa “Spallina”, la prima il 18 gennaio 1953, e finora abbiamo ottenuto 4 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte. Non un buon bottino ma la positività viene dalle 2 ultime, entrambe vittoriose, quella del 1967 con gol di Taccola e quella dell’anno scorso per 3 a 0 con autorete di Vicari, gol di Nainggolan e il primo in campionato di Schick, era il 21 aprile, natale di Roma, inizio ore 15 e un caldo tipico della Ferrara d’estate, tanto. Con loro non c’è più Viviani quindi niente ex. Giocherà Petagna, il nonno era l’allenatore di quella Spal del 1967 con cui giocò contro Taccola. È vero, la storia ama ripetersi.
Forza ROMA!
Roberto Cerrone Roma Club Gruppo Eni Utr

 

 

Informazioni aggiuntive